Riassunto del progetto

Contesto del progetto e obiettivo principale

Progetto SEE/D/0223/1.2/X “Creazione e promozione di nuovi approcci e strumenti per il rafforzamento della competitività del settore primario e l'innovazione nel sud-est Europa” con l’acronimo APP4INNO si è avviato il 1° ottobre 2012 con il supporto finanziario del Programma di Cooperazione Transnazionale SEE. L’azione di progetto ricade nell’asse prioritario di programma “Favorire l'innovazione e l'imprenditorialità”, area d’intervento “Sviluppare l'ambiente favorevole per l'imprenditorialità innovativa”.

Il partner capofila del progetto Veneto Agricoltura – Agenzia regionale per i settori Agricolo, Forestale e Agro-alimentare, di provenienza italiana. Vi sono in totale 15 partner provenienti da Italia, Ungheria Bulgaria, Grecia, Romania, Serbia, Albania, Croazia e Ucraina.

Il progetto APP4INNO fissa come punto di partenza il bisogno di creare reti transanzionali tra piccole e micro imprese capaci di avviare processi innovativi permanenti e di mobilitare massa critica. A questo scopo, il progetto intende mettere in piedi un sistema di supporto alla competitività transnazionale per sfruttare i potenziali innovativi delle PMI agricole attraverso le regione del Sud-Est Europa, permettendo di creare il contesto per le PMI per accedere all’innovazione, al trasferimento di tecnologio e alla cooperazione come punti chiave per la loro competititivà nei mercati internazionali. Il progetto agirà “trasferendo” e diffondendo gli approcci, i servizi e gli strumenti per migliorare la competitività delle PMI agricole, non solo in termini di sviluppo dei processi produttivi a livello delle singole PMI ma anche, e soprattutto, in termini di cluster di imprese al fine di aumentare l’efficacia dei mezzi produttivi applicati.

Inizialmente, il progetto definirà gli approcci e le metodologie per rafforzare la competititvità del PMI agricole, i settori specifici e le tipologie di PMI all’interno delle quali gli approcci possano avere i risultati più efficaci (pacchetto di attività 3). Ciò è necessario al fine di rendere disponibile gli strumenti di supporto operativo per la competitività adeguati a ogni territorio coinvolto. Gli approcci definiti e i relativi strumenti saranno quindi messi in atto equipaggiando (in termini di risorse umane e strumenti IT) un sistema di supporto alle PMI transnazionale e permanente, ospitato dai partner e capace di attivare sinergie, a livello nazionale, con istituzioni così come con altri attori della tecnologia e dell’innovazione. La piattaforma di servizi transnazionale rappresenterà un “meta-cluster” transnazionale di PMI che, nei campi d’azione identificati, saranno in grado di cooperare, creare sinergie e aggregare massa critica.

Il seminario di lancio del progetto si svolgerà il 24 ottobre 2012 a Pécs, Ungheria. L’evento è aperto per le parti interessate.

Contesto del progetto e obiettivo principale »

Nel sud est dell’Europa l’agricoltura è caratterizzata da uno sviluppo disomogeneo. Le imprese non hanno potuto sviluppare la propria competitività sul mercato internazionale. L’area di progetto possiede forti potenziali agricoli ma soffre di isolamento. Queste PMI sono scarsamente capaci di raggiungere i mercati al di là dei propri confini locali, e i mercati sono dominati da grandi imprese e competitori extra europei.

Il progetto affronta la scarsa competitività delle PMI agricole dovuta alla mancanza di innovazione, R&S e servizi di internazionalizzazione. Esso si concentra sui potenziali innovativi attraverso le produzioni tradizioni di alta qualità e intende stabilire una piattaforma di servizi transnazionale a supporto dell’innovazione, del trasferimento di tecnologia e della cooperazione nelle PMI per la loro competitività sui mercati internazionali.

La novità del progetto consiste nell’introduzione di un concetto transnazionale indirizzato verso la mancanza di innovazione e competitività delle PMI agricole. Il trasferimento di metodologie e strumenti tipici di altri settori come l’industria, verso le PMI agricole ne è l’elemento chiave. Il coinvolgimento delle istituzioni politiche può permettere di condividere obiettivi comuni per un’agricoltura competitiva e sostenibile.

Approccio metodologico »

L'approccio orientato al risultato è in linea con l'impostazione di attuazione del Programma di supportare “progetti di cooperazione visibile e concreta” nel sud est Europa. Tutte le attività di progetto sono “fondate sulla conoscenza”. Il progetto definirà gli approcci e le metodologie per rafforzare la competitività delle PMI agricole, quindi realizzerà un sistema di supporto alle PMI agricole transnazionale. L’applicazione degli approcci e servizi avverrà attraverso dei progetti pilota. Il piano di mainstreaming sarà adatto alla diffusione degli obiettivi di progetto in alter regioni e paesi. Dopodiché seguirà una valutazione esterna indipendente. La metodologia di progetto prevede la condivisione di principi con le PMI agricole, le parti interessate e i destinatari del progetto. Questo approccio partecipativo e multi-livello è conforme agli indirizzi comunitari.

L’agricoltura è un settore rigido legato alle abitudini locali con un’età media degli imprenditori più elevata rispetto agli altri settori. In questo contesto sociale e culturale l’introduzione di innovazione può essere ottenuta solo se gli obiettivi, i target, le metodologie e gli strumenti sono condivisi con i gruppi target. I ‘messaggi’ alle PMI saranno chiari, costruiti sui loro bisogni locali, rendendo le tradizioni e le culture locali capaci di costituire di per sé dei potenziali. Il progetto può contare sui ruoli istituzionali del partenariato per contrastare i vincoli. La percezione delle politiche dell’UE come limitazione sarà mitigata dal ruolo di supporto alle politiche ricoperto dai partner.

Per evitare la sovrapposizione con misure dei Fondi Strutturali, EAFRD e IPA, è stata eseguita una verifica. Il rafforzamento e la diffusione di innovazione e competitività costituisce un indirizzo concreto delle politiche nazionali e regionali dei paesi e delle regioni coinvolte. A livello settoriale, lo scopo di sviluppare approcci e strumenti comuni per la promozione dell’innovazione e della competitività in agricoltura e il miglioramento delle capacità degli operatori è coordinato e coerente con le principali politiche nazionali e regionali nel settore agricolo e rurale.

I principali gruppi di riferimento sono istituzioni e attori della R&S e attori di supporto alle imprese, che sono coinvolti come partner. Le istituzioni avranno un’opportunità per migliorare le loro azioni di politica e amministrative. Le PMI coinvolte agiranno come nucleo di aggregazione per un ampio numero di PMI. I soggetti interessati sono: le imprese dei successivi segmenti delle filiere produttive, enti scientifici del settore agricolo, le associazioni agricole di imprenditori e consumatori finali. Tutti i gruppi target e le parti interessate avranno pieno e libero accesso a tutti i risultati del progetto.

Output e risultati attesi »

I principali output sono i seguenti: metodologie e strumenti operativi, sito web interattivo con wiki e strumenti twitter, piattaforma transnazionale per la competitività del settore primario, sistema basato sul Web per la piattaforma transnazionale, metodologia per la raccolta dati e l’analisi. L'effetto sarà un reddito più elevato per le piccole e medie imprese agricole, rendendo il settore agricolo più attraente per le giovani generazioni per conservare le funzioni ambientali e sociali svolte dall'agricoltura.

La partecipazione dei gruppi target e delle parti interessate assicurerà che i risultati siano effettivamente la risposta alle esigenze locali. La sostenibilità istituzionale e politica è assicurata dal profilo istituzionale dei partner. La sostenibilità sarà promossa nel quadro delle azioni per il coinvolgimento delle istituzioni e attraverso il piano di mainstreaming del progetto. La sostenibilità finanziaria delle nuove strutture è assicurata dalla gestione finanziaria e dall’impegno dei partner. La trasferibilità dei risultati si svolgerà attraverso attività di disseminazione. I partner promuoveranno i risultati del progetto all’interno di altre reti.

11 regioni con diverse caratteristiche socio-economiche, infrastrutturali e culturali appartenenti a 9 paesi cosicché l’area di cooperazione del progetto sia rappresentativa dell’intera area del SEE. Il coinvolgimento di imprese è un valore aggiunto transnazionale per creare opportunità di cooperazione e internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali.

Veneto AgricolturametidVEDADDRIUCCICJCCIDRAMACONSVIPOCIHEAM-IAMBCPOKASHFINSALMA MONSMoAFCPCERPSAseb

European Union European Regional Development RefundSouth East Europe

Powered by: KETSH Web